Come coltivare la curcuma | PesoPharm
Home / Alimenti per Dimagrire / Come coltivare la curcuma

Come coltivare la curcuma

La curcuma è una spezia dalle innumerevoli virtù. Sia per la salute sia per il dimagrimento, ma questa spezia molti non sanno che con qualche accorgimento, può anche essere coltivata.

Prende anche il nome di: zafferano delle Indie. Il nome scientifico è però per quanto riguarda la varietà di curcuma più impiegata, quello di Curcuma longa. Fa parte della famiglia delle Zingiberaceae, parimenti lo zenzero. La curcuma, che si conosce ed è nota come spezia, risulta ricavata dalla radice tuberosa di questa pianta.

La radice subisce un processo di polverizzazione dal quale poi trova impiego la pianta nella cura e negli integratori che la contengono. Ma (come noto) trova impiego anche in cucina.

Come coltivare la Curcuma

La domanda è: Dove è reperibile il rizoma e la pianta di curcuma?

La curcuma può essere piantata e coltivata attraverso il possesso della sua radice, vale lo stesso “meccanismo” anche per lo zenzero.

Occorre quindi cercare le radici di curcuma fresca nei negozi di prodotti biologici, in questi luoghi è possibile reperirla, oppure si può chiedere la curcuma da coltivare nei vivai che si dedicano alla cura delle piante in maniera naturale.

Se non reperite in questa maniera la pianta, potete cercare direttamente la curcuma che qualche volta viene venduta come pianta ornamentale vista la bellezza dei suoi fiori. Nei vivai maggiormente riforniti, si possono trovare le piante di curcuma sia come rizoma che come pianta vera e propria.

Coltivare la curcuma consente una serie di vantaggi associabili al benessere, non solo nel dimagrimento ma qual’è il clima ideale per la pianta di curcuma?

Clima per la Coltivazione

Nel nostro Paese, la curcuma è adatta prevalentemente come pianta da appartamento, da coltivare all’esterno unicamente durante la stagione estiva, nasce infatti in Paesi dal clima tropicale e certo le temperature fredde non le consentono uno sviluppo come quello che dovrebbe ottenere.

Va tenuto conto però che essendo l’Italia una Penisola, ha anche Regioni più temperate e in queste esporla all’esterno non causa danni ingenti alla pianta, quindi molto dipende da dove vivete e dalle temperature che all’esterno si raggiungono, comunque la curcuma teme il freddo e questo va tenuto presente se deciderete di coltivarla, d’altra parte è sempre possibile tenerla in casa e coltivarla in vaso.

Se sceglierete di coltivarla in vaso, quando le temperature esterne saliranno potrete trasferirla (trapianto) a terra in luoghi riparati. La temperatura esterna secondo la quale la curcuma inizia a soffrire è quella di 12°, mentre le temperature ideali per la curcuma sono quelle comprese tra i 20 e i 35° C.

Ma ciò non basta, come ogni cosa che nasce e si sviluppa dalla terra ha un suo equilibrio che deve essere mantenuto, parte dell’equilibrio del benessere della curcuma dipende dal rapporto calore-umidità, questo deve essere mantenuto costante visto che la pianta ama sia il calore che un certo grado di umidità nell’aria ecco perché in primavera-estate la curcuma si trova bene anche nel nostro Paese.

Il rizoma di curcuma può essere piantato tutto l’anno, ma il periodo migliore è la primavera, era intuibile, ma va detto che in tale stagione la pianta si trova di fronte tutta l’estate per svilupparsi. Si noterà che con l’avvicinarsi dell’inverno i fiori della pianta andranno a scomparire e le foglie si seccano, ciò è naturale e quindi non deve destare preoccupazioni.

La raccolta infine, avverrà quando la pianta si secca, quindi occorre prestare la massima attenzione a questi suoi cicli naturali di sviluppo e morte.

Check Also

Ingrassi su glutei e fianchi? Usa la Cassia

La Cassia non è la via percorribile in automobile di Roma e non solo, si …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *