Commiphora Mukul e guggulsteroni | PesoPharm
Home / Integratori Naturali per dimagrire / Commiphora Mukul e guggulsteroni

Commiphora Mukul e guggulsteroni

Nei metodi di dimagrimento sono molti gli estratti naturali impiegati. Oggi si prenderanno in esame
la Commiphora Mukul e guggulsteroni.

Commiphora Mukul

Questa è una pianta ad arbusto che misura circa 2 metri, risulta essere molto ramificata, ed ha una corteccia cartacea argentata. I fiori che nascono da questo arbusto sono di colore rosa e i frutti sono molto piccoli, il loro colore giunti a maturazione, è il rosso e la forma è ovoidale.

La pianta in oggetto cresce in India, in questo Paese prende il nome di albero della mirra, oltre all’India si sviluppa anche in Arabia. Una singola pianta sviluppa una produzione di 1 chilo circa di resina oleogommosa, il sistema di estrazione di questo olio prevede l’incisione del tronco dell’arbusto e l’olio è disponibile nei mesi di gennaio, febbraio e marzo.

Estrazione e Impiego

Successivamente all’estrazione di questo olio o resina che dir si voglia, vengono estratti i composti steroni definiti come guggulsteroni, la traduzione letterale di questo nome ovvero di: guggulu è la seguente: ciò che protegge contro la malattia.
Due di questi steroni sono definiti come E e Z, entrambi sono oggetto di un numero rilevante di ricerche, si è infatti scoperto che queste sostanze apportano notevoli benefici in ambito medico.

Gli steroni contenuti in Commiphora Mukul

Molte persone sono convinte che questo componente abbia a che vedere con il testo sterone, nulla di più falso, o che si tratti di “steroidi”, anche in questo caso la visuale è errata.
Piuttosto però occorre guardare ai benefici che questi componenti forniscono all’organismo, e su questo ci concentreremo a seguire.

I guggulsteroni svolgono un azione ipolipemizzante ed antiaterogena andando a ridurre dal 14 al 27% il colesterolo e in aggiunta a ciò che già è un dato estremamente interessante, riducono anche dal 22 al 30% i trigliceridi ematici rientrando in un tempo di somministrazione di 12 settimane.
Se si parla di questa sostanza in rapporto alla riduzione del colesterolo, allora occorre dire che quest’ultima su base totale è per gran parte a carico della frazione LDL.

Queste sostanze oltre ai benefici palesi che sono stati descritti, aggiunge a questi anche un attività antinfiammatoria e di antiaggregante piastrinico.
Ma non finisce qui, vanno annoverati tra i benefici anche la protezione che queste sostanze riservano alla mucosa gastrica contro le ulcerazioni prodotte per esempio dall’abuso di alcool.
E si arriva poi direttamente all’azione dimagrante.

L’abbiamo lasciata volutamente per ultima per metterla meglio in evidenza.

I guggulsteroni sono utili come assistenti nei regimi dimagranti visto che svolgono un azione di stimolo sulla tiroide. Un ricerca recente ha inoltre evidenziato che questi steroni aumentano il livello di T3 rispetto al T4. Il T3 è 4 volte più veloce ed efficace del T4. Va notato che come per la forskolina, i guggulsteroni non danno origine ad un feedback negativo.

Commiphora Mukul nello Sport

Nel Body Building praticato a livello agonistico, l’estratto di Commiphora Mukul viene impiegato al fini di sostenere la tiroide durante i cicli con ormoni iodati di sintesi esempi di questi ultimi sono: levotiroxina sodica triacana ed è anche molto utile per accelerare il recupero della produzione endogena.

I professionisti sportivi iniziano generalmente con l’assunzione di guggulsteroni per una media di 10-14 giorni prima della fine del ciclo, poi proseguono per altre 4 settimane circa. Va però ricordato sul piano medico che per gli stessi obiettivi risulta molto più valida come sostanza la forskolina.

Il Regime Alimentare, la Dieta e il Dimagrimento

L’aumento del metabolismo che i guggulsteroni stimolano assieme al loro effetto ipolipemizzante, sono molto importanti per coloro che intendono dimagrire, e magari decidono di farlo adottando un rinnovato regime alimentare, o variando quello a cui precedentemente erano abituati.
Occorre però fare una panoramica sul dosaggio consigliato.

  • in tintura madre 20 gocce due – tre volte al giorno
  • alternativamente 20-40 mg di estratto secco puro 3-4 volte al giorno ai pasti, in questo caso il tempo massimo dovrà essere di 2 al massimo 3 mesi.

Questi componenti come la forskolina, funzionano bene in associazione con delle sostanze beta stimolanti su base erboristica e anche se ad essi si associa il Coleus Forskohlii appunto la forskolina, il consiglio è però sempre quello di rivolgersi a personale esperto, a personale medico qualificato prima di avanzare programmi sul dimagrimento e sull’assunzione di queste sostanze, visto che ogni metabolismo è differente come ogni persona è differente.

Check Also

One two slim

OneTwo Slim cos’è? A cosa occorre? E come si rende funzionale al dimagrimento. OneTwo Slim …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *