Dieta ipocalorica | PesoPharm
Home / diete dimagranti / Dieta ipocalorica

Dieta ipocalorica

Cos’è la Dieta Ipocalorica

La dieta ipocalorica rappresenta un regime alimentare che abbisogna per sussistere di un apporto calorico e di energia su base quotidiana, tale apporto dovrà essere più basso di quello che l’organismo richiede nella giornata normalmente.

Ma ciò non è sufficiente a definire cosa significhi ipocalorico, almeno è un pezzo della definizione stessa, infatti le caratteristiche e i requisiti di una dieta ipocalorica valida sono molti, ma se si guarda all’etimologia dei termini questa indica:

dieta: si tratta di vere e proprie regole relative all’alimentazione o ad un regime alimentare controllato, tale regime nasce da un’indicazione terapeutica e dell’etimologia greca per la parola dìaita che assume il significato di stile di vita.

Particella che diminuisce: Ipo
Apporto di calorie e energia: Calorica

La prescrizione della dieta

Una dieta ipocalorica deve essere considerata come una vera e propria terapia basata sull’alimentazione e quindi occorre una persona capace e che abbia studiato a definirla e prescriverla, ciò anche in virtù del fatto che ogni persona ha un tipo di metabolismo e quindi anche la dieta che ne consegue sarà esclusivamente personale.

Finalità della dieta ipocalorica

La dieta ipocalorica non dovrebbe avere alcuna finalità estetica, per diverse ragioni sosteniamo questo, ma una su tutte è quella per la quale il suo impiego prolungato che si considera tale dopo i 6-8 mesi, porta ad una condizione stressante per la persona.

Tale stress si manifesta sia a livello fisico, sia sul piano psicologico, va considerato però che le diete ipocaloriche non sono tutte identiche, come detto ogni persona è differente ed ha necessità differenti e quindi anche le diete lo sono.

La Dieta Iperproteica

Questa tipologia di dieta diventa potenzialmente chetogenica ed è ovviamente ipocalorica, sembra assurdo ma nella realtà occorre solo non eccedere nelle porzioni di tali regimi alimentari.

Si è parlato di questo genere di dieta perché comunque a lungo andare, questo approccio alimentare ha varie controindicazioni. Esistono dei rischi potenziali di un regime alimentare di questo genere se mantenuto a lungo termine, quindi il consiglio è quello di non sperimentarlo ed adottarlo per lunghi periodi perché tale prassi potrebbe compromettere l’integrità della vostra salute.

Come strutturare una dieta ipocalorica

Se si potesse fare un paragone per definire una dieta ipocalorica, occorrerebbe servirsi di un puzzle,
il puzzle è composto di piccoli tasselli che assieme e composti creano il quadro d’insieme, i tasselli di questo “gioco” sono rappresentativi di una serie di cose:

1. caratteristiche fisiche

2. bisogni terapeutici

3. abitudini

4. lo stile di vita

5. le attitudini-propensioni

6. la disponibilità

7. la forza di volontà della persona

Va anche specificato che ogni singolo elemento di tale “puzzle” deve considerarsi come strutturato ulteriormente e viene definito da diverse altre valutazioni ed equazioni matematiche.

Posta in questa maniera la questione è logico che possa spaventare pensare di adottare un regime dietetico ipocalorico, calcoli, attitudini, conoscenza delle proprie caratteristiche metaboliche, dosaggi etc… sono in effetti tutti elementi da tenere a mente senza dimenticarsi del concetto di equilibrio che certamente è centrale, come lo è quello di non sforare sui tempi della dieta consigliata.

Il Rapporto tra paziente e dietologo

Qui si entra in un ambito certamente interessante per ciò che può rivelare anche il proseguire di un regime alimentare.

Si è detto che iniziare una dieta di questo tipo da soli è sbagliato per una serie di ragioni, non ultima quella per la quale un regime alimentare ipocalorico deve necessariamente tener conto di una serie di fattori quali il proprio metabolismo, l’apporto proteico e non solo, la volontà nel suo perseguimento e molto altro, quindi il rapporto paziente-operatore richiede la massima fiducia, una sana dose di onestà, l’empatia, la capacità di dialogo e di ascolto, ma anche molta comprensione.

L’Equilibro Nutrizionale

Non ultima considerazione è quella che va rivolta all’equilibrio, lo abbiamo citato spesso nel corso di questo nostro odierno articolo, ma qui si tratta specificatamente di equilibrio nutrizionale che a scendere se esiste e si manifesta, genera anche un equilibrio di tipo interiore e quindi metabolico.

Vi saranno certamente dei problemi nella composizione della dieta, visti gli elementi da tenere in considerazione, quindi l’impresa di formulare una dieta ipocalorica completa non è semplice.

Ma alcuni elementi a supporto di tale dieta si possono fornire:

  • Ferro
  • Calcio
  • Acidi grassi essenziali della famiglia ω-3
  • Vitamina B2
  • Folati
  • Vitamina B12
  • Vitamina D
  • Fibre Alimentari
  • Acidi Grassi Saturi

Ovviamente poi la loro composizione e il loro dosaggio terranno conto dei fattori precedentemente esposti ma anche della conformazione e dell’età della persona.

Check Also

A passi di bimbo grandi risultati

Se si va piano, si va sani e lontano, parafrasando un noto detto popolare, e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *