Piperina cos'è: Le sue Proprietà | PesoPharm
Home / Integratori Naturali per dimagrire / Piperina cos’è: Le sue Proprietà

Piperina cos’è: Le sue Proprietà

Pepe nero e piperina, Cosa occorre conoscere di quest’ultima?

Come agisce sull’organismo e cosa può fornire?

Quali sono gli effetti sull’organismo e sulla salute della piperina che è presente nel pepe nero?

Questo a noi oggi interessa indagare, e lo faremo con l’articolo che segue.

La piperina è un alcaloide, in sostanza un essenza vegetale che ha carattere basico e possiede una consistenza cristallina, presente nel pepe nero, va detto che tale sostanza la si ritrova sia nel pepe tradizionale dal nome scientifico di: Piper nigrum, sia nel Piper longum, e va a conferire a quest’ultimo il suo sapore piccante.

Prodotti Fitoterapici e Piperina

Si comprende che questa sostanza ha innumerevoli (e benefiche) proprietà, per tale ragione trova larga eco in differenti prodotti fitoterapici e anche in vari integratori oltre che essere molto usata nella medicina indiana e cinese.

Restando sul tema degli integratori dimagranti a base di piperina, va detto che questi ultimi sulla base di studi recenti, hanno mostrato un’azione benefica della sostanza oggetto di studio, al fine di contrastare cellule adipose e diminuire il livello di grassi nel sangue.

Entrando ancor più nello specifico, gli studi effettuati, dimostrano come la piperina agisce e da tale azione c’è da rimanere sorpresi.

Questa sostanza blocca la nascita di nuove cellule adipose, rendendo tale ingrediente, prezioso per gli integratori alimentari che si affiancano a delle diete dimagranti. In ciò vi è comunque una controindicazione che va tenuta a mente. Se si assume piperina per via orale, questa può portare ad una variazione della concentrazione ematica e anche relativa all’assorbimento dei principi attivi di alcuni farmaci come i bronco-dilatatori o gli antiepilettici. Quindi è bene prima di acquistare un integratore alla piperina, rivolgersi al proprio medico per capire non solo l’eventuale assunzione in dosi, ma anche se effettivamente tale sostanza si possa assumere.

La Piperina della medicina tradizionale indiana e cinese

Quando si parla di medicina tradizionale indiana, si parla di Ayurveda, ma la piperina come detto, non trova impiego solo in India, ma anche in Cina.

A questa sostanza naturale vengono riconosciute proprietà benefiche che si concentrano particolarmente sull’apparato gastro-intestinale. Questa sostanza viene impiegata in linea prevalente, al fine di contrastare i problemi digestivi, dalla costipazione alla diarrea, ma trova impiego anche per il trattamento di artriti e per taluni problemi cardiaci.

La piperina, interagisce con il metabolismo e favorisce anche la secrezione dei succhi gastrici al fine di rendersi stimolo per la digestione, quindi avrebbe, secondo recenti studi, un effetto valido anche sulla pigmentazione della pelle, specialmente se alla sua assunzione precede l’irradiazione con raggi UVB. Invece per quanto riguarda l’impiego della piperina negli integratori, è controindicato in presenza di specifiche patologie come gastriti, ulcere gastriche, emorroidi e ipertensione.

Storia scientifica della Piperina

La piperina venne isolata per la prima volta nel 1820 per opera di Hans Christian Ørsted, fisico e chimico danese all’Università di Copenaghen. La struttura molecolare di questo componente fu stabilita con diverse e complesse sintesi di laboratorio negli anni 1882-1894. In commercio è presente in molti preparati che contengono generalmente un estratto del frutto del pepe con un contenuto di piperina che varia dal 50 al 90%, rari sono medicinali e integratori che arrivano al 95%.

Gusto, Integratori e Sperimentazione

La piperina ha ovviamente un gusto piccante, dato dalla capsaicina, ed è anche valida sul piano del contrasto al dolore grazie all’attivazione dei canali ionici TRPV1 che sono sensibili al calore e all’acidità dei nocicettori, si parla quindi delle cellule nervose sensibili al dolore.

Questo apre la strada alla sperimentazione di questa sostanza proprio come contrastante al dolore che si genera purtroppo in molte malattie.

Gli studi scientifici hanno anche fatto emergere un dato altrettanto importante. La piperina pare inibire gli enzimi umani CYP3A4 e P-glicoproteina, questi sono rilevanti sul piano metabolico visto che agiscono per il trasporto di xenobiotici e metaboliti.

Sul piano del dimagrimento si comprende quanto questa sostanza diventi un valido aiuto ad un nuovo e più responsabile regime alimentare che la persona sceglie al fine di abbattere le cellule adipose.

Il consiglio resta comunque sempre il medesimo, prima di assumere un qualunque integratore alimentare che svolga un azione che sia di attivazione metabolica, o di altro genere, conviene consultarsi con il proprio medico e con il proprio dietologo per comprendere come agire al meglio per se stessi.

 

 

Check Also

One two slim

OneTwo Slim cos’è? A cosa occorre? E come si rende funzionale al dimagrimento. OneTwo Slim …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *