Quando serve la vitamina C | PesoPharm
Home / Integratori per la salute / Quando serve la vitamina C

Quando serve la vitamina C

La vitamina C è nota a tutti per essere contenuta nelle spremute d’arancia e di limone, ma non è reperibile unicamente in questi frutti, l’acido ascorbico è con ogni probabilità la vitamina più studiata e conosciuta. Si tratta di un antiossidante solubile in acqua (idrosolubile impiegando un termine tecnico), che protegge dall’attacco dei radicali liberi negli ambienti acquosi (liquido intracellulare, plasma).
Inoltre questa vitamina apporta un necessario compito quello estremamente necessario per la formazione, la protezione e la stabilizzazione del collagene, che è la principale proteina dell’organismo, essenziale per la produzione del tessuto connettivo quindi per:

  • la pelle
  • i vasi
  • le ossa
  • per la riparazione dei tessuti
  • per mantenere sani i capillari
  • le gengive
  • i denti

Le Innumerevoli Funzioni della Vitamina C

In aggiunta a ciò che è stato appena sottolineato, va anche detto che la vitamina C è essenziale per l’assorbimento di altre sostanze nutritive quali:

  • ferro
  • acido folico
  • vitamina E

e per il metabolismo di taluni aminoacidi come la fenilalanina e la tirosina.

Inoltre questa Vitamina coopera all’impiego dei carboidrati, e alla sintesi dei grassi e delle proteine. Il fabbisogno giornaliero raccomandato di vitamina C per l’adulto sano è di 60 mg.

Le funzioni principali di questo componente tanto rilevante per l’organismo sono le seguenti:

  • prevenzione e cura lo scorbuto
  • ritardante dell’invecchiamento cellulare mantenendo giovani i tessuti
  • facilitazione della guarigione delle ossa fratturate e delle ferite
  • utilità nella cura dell’anemia
  • utilità nella cura delle infezioni delle vie urinarie
  • garantisce un contributo valido alla produzione dell’emoglobina e rispetto ai globuli rossi nel midollo osseo
  • va a prevenire e curare il raffreddore comune e altre affezioni influenzali

Per rimanere sul tema:

Quantio serve la Vitamina C all’organismo?

E’ bene menzionare anche il fatto che tra le altre funzioni, sembra che la vitamina C sia capace di ridurre il colesterolo, mantenendo comunque inalterata l’integrità delle arterie e al contempo svolgendo un azione preventiva delle malattie cardiache e dei disturbi derivati dall’esposizione a tossine quali: fumo, inquinamento, alcol, droghe.

La vitamina C: dove è reperibile

Come anticipato la Vitamina C si trova nei frutti dell’arancia e del limone ma non solo, a seguire un elenco dei cibi nei quali è possibile reperirla:

  • tarassaco
  • ortica
  • ravanelli
  • broccoli
  • spinaci
  • bietole
  • cavoletti di Bruxelles
  • asparagi
  • fave
  • tutti gli agrumi
  • pomodoro
  • fragole
  • peperoni verdi
  • ribes nero
  • papaia

Ma la domanda è: come assumerla?

I modi di assunzione della Vitamina C possono essere di diverso tipo, non per ultimo attraverso degli specifici Integratori di tipo alimentare che vanno a colmare un eventuale assenza di questa sostanza nella dieta che si segue, ma vale solo per specifiche diete e situazioni ovviamente.

La si può assumere:

  • consumando vegetali freschi e relativi succhi
  • in polvere (appunto tramite integratori)

Segnali di carenza di vitamina C

Ecco alcuni “avvertimenti” da cogliere per capire se si ha una carenza di Vitamina C:

  • Le gengive sanguinano spesso, i capillari sono fragili e le ferite tardano nella guarigione
  • Si hanno giunture spesso gonfie o doloranti
  • Semplici raffreddori e influenze fanno fatica a trovare risoluzione

Se avete notato uno o più elementi tra questi in elenco la prima cosa da fare è effettuare un accertamento medico per capire se tali sintomi siano dovuti appunto a carenza di Vitamina C, se la causa è questa allora è bene prendere in considerazione un cambio di dieta e assumere la sostanza con spremute, consumo dei cibi sopra evidenziati, o con un integratore alimentare.

Check Also

Premixion

Cos’è Permixon? Ha affinità con il Prostamol? Il Permixon contiene un principio attivo che viene …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *