Vuoi dimagrire? Alleati con il sole | PesoPharm
Home / Integratori Naturali per dimagrire / Vuoi dimagrire? Alleati con il sole

Vuoi dimagrire? Alleati con il sole

Per quanto riguarda l’energia del sole, questa può anche aiutare nel processo di dimagrimento. Come? Proprio di questo parliamo nell’articolo a seguire.

I raggi solari riattivano il metabolismo

Nessun segreto, nessuna particolare e strana questione, riattivare il metabolismo e sciogliere i depositi di adipe localizzato è possibile anche grazie all’esposizione al sole.

Ma al fine di trasformare il calore del sole in un alleato dimagrante è importante utilizzare in sinergia i solari, gli integratori e i cibi che agiscono contemporaneamente come antiossidanti, snellenti e rassodanti.

Un quadro che si deve delineare è esattamente questo.

La frutta colorata tende ad asciugare e aiuta ad abbronzarsi!

Alcune regole dietetiche

Occorre prima di tutto osservare una regola che è quella secondo cui sotto il sole vanno evitati gli alcolici, il sale e lo zucchero, questi vanno a riempire i tessuti di radicali liberi, mentre per ripristinare i sali minerali persi con la sudorazione bisogna bere almeno 2 litri di acqua al giorno, questo perché una pelle ben idratata resta colorata più a lungo e non si squama e, in aggiunta a ciò, i liquidi migliorano l’assorbimento del betacarotene, (presente ad esempio nelle carote) il pigmento che stimola la formazione di melanina.

Ma il betacarotene non è presente unicamente nelle carote da cui pare tragga il suo nome, lo si può trovare anche nella frutta e negli ortaggi di color giallo-arancio e verde quali:

  • albicocche
  • pesche
  • papaya
  • nespole
  • melone
  • kiwi
  • avocado
  • rucola
  • tarassaco
  • spinaci
  • peperoni
  • appunto carote
  • pomodori, questi ultimi ne contengono molto e assieme ad esso sono una miniera di licopene, un autoabbronzante e un tonico metabolico naturale di grande utilità.

Per la scelta delle proteine invece, da assumere a tavola, si consigliano quelle vegetali, reperibili nei legumi, nella soia e nell’olio di girasole, a queste si possono alternare alimenti quali le sarde, il tonno o il merluzzo da preparare tutti e tre al forno o al carpaccio, tutti questi pesci forniscono acidi grassi Omega 3 e 6, che svolgono un azione protettiva a livello cutaneo e stimolano l’organismo a livello intestinale.

Affiancare un l’integratore antiossidante!

Se ne parlava all’inizio, al fine di garantirsi il dimagrimento che si intende ottenere e sempre sotto controllo medico per evitare eccessi o danni alla salute, occorre comunque affiancare alla dieta a base di specifiche proteine e betacaroteni, anche un integratore che garantisca anche una buona abbronzatura e acceleri al contempo il metabolismo, l’assunzione degli integratori può iniziare a dosi piene un mese prima dell’esposizione al sole e proseguire successivamente attraverso l’impiego di un dosaggio ridotto e dimezzato per l’intera estate.

Un integratore valido è quello che contiene Acerola, si tratta di un grande arbusto tropicale che produce frutti analoghi alle ciliegie ad alto contenuto di vitamina C bastano 5 grammi del suo frutto che contengono ben 116 mg. La vitamina C, di cui l’acerola è carica, svolge un importante azione antiossidante, aumenta l’elasticità della pelle e stimola la sintesi di collagene con un effetto rigenerante e protettivo sui tessuti.

L’acerola si acquista in compresse o capsule da prendere poi due volte al giorno per l’intero mese di giugno, poi si cala la sua assunzione scendendo ad una capsula per luglio e agosto, al fine di garantire un’azione protettiva.

Il terzo consiglio: Lo Scrub

Prima di esporsi al sole è bene esfoliare la pelle e quindi prepararla significa pensare prima a questo passaggio.

Una valida esfoliazione ossigena i tessuti ed elimina lo strato di cellule morte che, oltre a favorire le macchie cutanee, bloccano la sudorazione e lo smaltimento delle scorie.

Per fare una buona esfoliazione (scrub della pelle) ecco cosa dovete tenere presente:

  1. Amalgamare 4-6 cucchiai di crusca di riso e 4 cucchiai di olio di germe di grano in mixer
  2. Massaggiate sul corpo attraverso leggeri movimenti circolari
  3. Lavatevi successivamente con acqua tiepida

Siete giunte fin qui?

Bene! Ora è il momento dell’esposizione al sole e questo prevede una protezione.

Attualmente in commercio esistono prodotti a base di ormoni vegetali e che hanno sostanze d’origine marina che proteggono i tessuti, favoriscono un’abbronzatura sana e nel frattempo hanno anche un effetto rimodellante.

Dovrete capire quale sia il fattore di protezione più adatto alla vostra pelle, e anche questo è un passaggio preventivo per evitare scottature o altri danni cutanei, i prodotti solari attualmente in commercio contengono dei filtri che riparano dai raggi UVA e UVB, i vari fattori di protezione devono essere indicati sull’etichetta con un numero e la sigla “spf” acronimo che sta per: Sun Protector Factor.

In linea generale, gli spf da 6 a 10 vengono indicati per una cute già abbronzata, mentre i valori da 15 a 20 sono ideali per pelli chiare e non sensibili, da 25 a 30 la protezione è destinata alle pelli molto bianche, e da 50 e oltre il prodotto è destinato a pelli chiarissime, delicate o intolleranti.

Una volta selezionato il fattore di protezione adatto a voi, si può scegliere una crema solare arricchita con sostanze naturali riducenti. Esempio in tal senso sono i fanghi di alghe Guam, oggi impiegati come ingredienti di cosmetici abbronzanti, gli estratti sono d’origine oceanica, e hanno un effetto sinergico derivante dall’esposizione al sole e dal riscaldamento cutaneo che genera il processo “riduttivo” dell’adipe.

Le sostanze che generano tale meccanismo entrano nella pelle e vanno a smuovere e contrastare gli accumuli adiposi al contempo andando a migliorare il drenaggio dei liquidi in eccesso.

I solari alle alghe devono essere applicati più volte nell’arco della giornata e sempre dopo il bagno in mare o in piscina. Successivamente all’esposizione, il trattamento va completato con una doccia ai fanghi d’alga.

La fase finale: Il dopo esposizione

Appena dopo la penultima fase occorre effettuare un massaggio che occorra a riattivare le cellule dopo essersi esposte al sole, il massaggio va effettuato su viso e corpo con l’aiuto di un cosmetico a base di fitomelatonina.

La melatonina è un ormone secreto che ha “residenza” nel corpo dalla ghiandola pineale, posta alla base del cervello, un minuscolo organo dal quale dipende la corretta alternanza di sonno e veglia e regolatore anche dell’andamento metabolico e del ritmo di invecchiamento.

Nel regno vegetale questo ormone esiste e si chiama fitomelatonina.

 

Check Also

Multislim

MultiSlim è un integratore che si presenta liquido ed è a base di estratti di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *